giovedì 15 aprile 2010

30,000 giocatori marciano contro il botting - Saranno ascoltati?

All'inizio di questa settimana, circa 30,000 giocatori su Aion(CN) si sono riversati sulle strade delle loro aree di partenza su diversi server e hanno marciato contro la situazione sempre più disastrosa su Aion China per quanto riguarda i bot.

Questi giocatori si sono riuniti per protestare ma l'atteggiamento del publisher cinese nei loro confronti non è stato dei migliori. Si potrebbe pensare che stiano incoraggiando questo problema invece di cercare di risolverlo in ogni modo. Il video è un po' sfocato e pure in cinese!

Aion è un gioco che innegabilmente crea la necessità di grindare al fine di superare alcuni aspetti della progressione del personaggio. Inutile dire che questo crea una tentazione per i giocatori di scegliere una via più "facile" e fare uso di botting/kinah forniti da terzi. Questo è semplicemente ciò che accade nella maggior parte degli MMORPG, dove il gioco stesso è stato progettato per far passare del tempo su di esso, ovvero far guadagnare soldi al publisher.

Aion CN - 30,000 players against bot

Il problema botting/kinah, però, si pone quando il publisher a sua volta, chiude completamente gli occhi di fronte ad esso, ignorando o forse anche incoraggiando i giocatori che utilizzano i programmi di terze parti e che acquistano kinah da terze parti. Il rischio contro la ricompensa che può offrire il gioco diventa improvvisamente molto più preferibile per coloro che sono anche minimamente tentati. La domanda sale improvvisamente alle stelle e gli affascinanti ed eloquenti goldfarmer rispondono con l'incremento delle loro risorse nel gioco.

Aion CN - 30,000 players against bot

Tornando alla nostra storia, diversi server hanno avuto problemi con questa presenza massiccia di giocatori nelle zone iniziali di entrambe le fazioni, e i GM hanno freneticamente tentato di provvedere alla cosa evocando diversi mostri leggendari per disperdere la folla. Fallito anche questo tentativo, i server sono stati schiacciati dalla folla di giocatori e sono andati down.

Aion CN - 30,000 players against bot

Sarà certamente interessante vedere se i rappresentanti di Aion China riusciranno a mantenere la rinnovata promessa di affrontare il problema bot. Solo il tempo ce lo dirà.

Ancora più importante, in quanto ci riguarda, è chiedersi se questo può essere considerato il problema del solo publisher oppure è anche in combinazione con il design del gioco stesso. E' un possibile futuro dei server NA/UE? Probabilmente no, nel mercato occidentale, una società si scuserebbe e correrebbe ai ripari contro queste evidenti mancanze.

Ma la domanda fondamentale è: è colpa dei GM negligenti o la cattiva progettazione del gioco gioca un ruolo anche qui?

Fonte: AionSource.com